- Blog - Ultime tendenze - Cosa fare quando il cuoio capelluto puzza? Rimedi naturali e prevenzione

Cosa fare quando il cuoio capelluto puzza? Rimedi naturali e prevenzione

Cosa fare quando il cuoio capelluto puzza? Rimedi naturali e prevenzione -

Se ti capita di avere l’alito cattivo al risveglio o le ascelle maleodoranti dopo una sessione di fitness, è tutto nella norma. Tuttavia ci sono situazioni, come quelle del cuoio capelluto che puzza, che possono indicare un problema di salute da non sottovalutare. Vediamo di che si tratta.

Un cattivo odore tra i capelli: perché?

Se ti ritrovi con il cuoio capelluto che puzza “inspiegabilmente”, senza una ragione apparente, sarebbe opportuno che ti rivolgessi al tuo medico di fiducia o a un dermatologo. La puzza non accenna ad andarsene, malgrado i frequenti lavaggi e tutte le attenzioni che cerchi di avere? Se il cattivo odore dai capelli è simile a quello di un cane bagnato o di qualcosa di ammuffito, potrebbe esserci in atto un'infezione batterica o fungina. In questo caso, previo parere del medico, potrebbe essere necessaria una cura a base di antibiotici.

Cause e sintomi del cuoio capelluto grasso e puzzolente

Ti capita di avere un cuoio capelluto che puzza? Osserva i capelli: potrebbero presentarsi unti e lucidi, sembrano sporchi anche se li hai appena lavati, ci può essere anche una forfora grassa, con scaglie biancastre o giallastre, e, per l’appunto, la testa emana un cattivo odore. Certo, avere un cuoio capelluto grasso e puzzolente crea problemi e imbarazzo. Spesso chi ne soffre ha anche fastidi alla pelle, come foruncoli, pori dilatati e, i certi casi, acne, soprattutto su naso, fronte e mento. Fatti fare un check up da uno specialista per capire quanto incidono la predisposizione genetica e gli sbalzi ormonali e quanto dipende da fattori esterni come stress, cattiva alimentazione e abitudini sbagliate.

Cuoio capelluto maleodorante: i rimedi naturali

In caso di cuoio capelluto che puzza è bene intervenire anche con prodotti fai-da-te per contrastare il problema, in attesa, ovviamente, di sottoporti a visita medica. Per il cuoio capelluto maleodorante i rimedi casalinghi sono diversi. Uno consiste negli impacchi del bicarbonato di sodio, che è astringente e aiuta a neutralizzare gli odori. Possono aiutarti anche il succo di pomodoro, la cui acidità tende ad equilibrare il livello del PH, il succo di limone e l’aceto di mele, che ti lasciano un sentore fresco e pulito. Prova pure il tea tree oil, disinfettante naturale. Nei saloni di Ermanno Mossio chiedi i prodotti e i trattamenti specifici sebo- riequilibranti disponibili, per esempio le fiale antiforfora e quelle dermocalmanti, solo per citarne alcuni.